blog b&b
Immagine

GESTIONE

STRUTTURE

CONTATTACI

SENZA ALCUN IMPEGNO

 

 

Siamo disponibili a studiare insieme un preventivo personalizzato

La tua richiesta non implica impegno ed avrai la possibilità di leggere, studiare e modificare di comune accordo il nostro contratto di fornitura servizi

RICETTIVE

MAGGIORI INFO

21/04/2018, 08:01

tag



LE-DOTAZIONI-NECESSARIE


 Dopo aver visto la documentazione necessaria per avviare la nostra attività ricettiva è ora di scegliere l’immobile giusto o di adibire il nostro immobile a tale utilizzo



Dopo aver visto la documentazione necessaria per avviare la nostra attività ricettiva è ora di scegliere l’immobile giusto o di adibire il nostro immobile a tale utilizzo. Di seguito descriviamo in modo abbastanza schematico le caratteristiche e le dotazioni che dovrà avere

REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI

Per ottenere l’autorizzazione all’esercizio di attività ricettiva  extralberghiera, l’immobile  DEVE avere le seguenti caratteristiche:
Conformità dell’immobile alle norme in materia di urbanistica, edilizia, sicurezza degli impianti, igienico-sanitaria.
Lo stato di fatto dell’immobile deve essere identico a quanto riportato al catasto ( planimetrie e visure catastali aggiornate ).
Categorie Catastali ammesse per CASE VACANZE E CASE VACANZE IMPRENDITORIALI : A ( escluso A6-A9-A10-A11 ).
Categorie Catastali ammesse per BED AND BREAKFAST E BED AND BREAKFAST IMPRENDITORIALI : A ( escluso A6-A9-A10-A11 ).
Categorie Catastali ammesse per AFFITTACAMENRE o GUEST HOUSE : A ( escluso A6-A9-A10-A11 ).
APPARTAMENTI MONOLOCALE  requisiti validi per case vacanze :
Alloggi destinati ad 1 ospite superficie minima 28mq ( bagno compreso ).
Alloggi destinati a 2 ospite superficie minima 38mq ( bagno compreso ).
Per ogni posto in più a carattere permanente incremento di 10mq.
Letto aggiunto su richiesta dell’ospite può essere inserito un letto provvisorio, a discrezione dal gestore. Il letto va rimosso il giorno stesso in cui gli ospiti lasciano l’appartamento.
Altezza minima locali 2,70ml
CAMERE DA LETTO requisiti validi per Case Vacanze - Bed and Breakfast - Affittacamere o Guest House :
Le camere devono essere dotate di porta e finestra.
Altezza minima locali 2,70 ml.
Camera singola superficie minima 9 mq.
Camera doppia superficie minima 14 mq
Camera da più posti letto, incremento rispetto alla camera doppia di 6mq per ogni posto letto in più.
Letti a castello incremento rispetto ai requisiti sopra menzionati di 1mq o 33mc per un solo posto letto per camera.
Letto aggiunto su richiesta dell’ospite può essere inserito un letto provvisorio, a discrezione dal gestore, da installare nella camera doppia . Il letto va rimosso il giorno stesso in cui gli ospiti lasciano l’appartamento.
Camera letto riservata al gestore per i Bed and Breakfast superficie minima 9mq.
ARREDO COMPLETO CAMERE DA LETTO
Letto singolo o doppio
Comodino o equivalente per ogni posto letto.
n. 1 armadio a due ante.
n. 1 cestino rifiuti
n. 1 lamapada da comodino o equivalente.
Apparecchio televisivo.
Collegamento internet / WI-FI
n. 1 sgabello per bagagli o equivalente ( per Guest House  e bed and Breakfast )
n. 1 tavolo o equivalente ( per Guest House  e bed and Breakfast )
n. 1 sedia o equivalente  ( per Guest House  e bed and Breakfast )
SERVIZI IGIENICI
Altezza minima soffitti 2,40 m Bagno completo di tutti i sanitari ( lavabo, wc, vasca/doccia, bidet ) , uno specchio e cestino rifiuti.Solo nei bagni dove per problemi di spazio con superficie minima di 1,5 mq non sia possibile la posa in opera separatamente del water con il bidet, è possibile installare il sanitario "water.bibet" provvisto di doccietta limitrofa.
Il numero di bagni è nella misura massima di:
n. 1 bagno ogni 5 posti letto ( case vacanze )
n. 1 bagno ogni 6 posti letto ( affittacamere e Bed and Breakfast ).
SALA COMUNE - SOGGIORNO ( per consumazione pasti, sala lettura, polivalente.........) la presenza del soggiorno è obbligatoria in tutte le tipologie di struttura ricettiva extralberghiera.
Il soggiorno deve essere dotato di finestra.
Altezza minima locale 2,70 ml.
Superficie minima 14 mq.
Non sono ammessi posti letto in soggiorno su divanoletto.
( Attenzione : la presenza del soggiorno, anche se non sempre prevista dal Regolamento Turistico Regionale, è obbligatorio secondo quanto previsto dal Regolamento Edilizio Comunale.
CUCINA la presenza della cucina è obbligatoria in tutti i tipi di strutture ricettive extralberghiere.
La cucina deve essere dotata di finestra.
Altezza minima locale 2,70 ml
Dimensione minima cucina 6 mq o 15 mc
Superficie minima finestrata 1,5 mq
ANGOLO COTTURA in alternativa alla cucina ( intesa come vano separato ), l’immobile può essere dotato di angolo cottura avente le seguenti caratteristiche
L’angolo cottura deve essere posizionato nel soggiorno, oppure essere annesso e comunicare ampiamente con esso.
Essere adeguatamente munito di impianto di aspirazione forzata sui fornelli.
Vietati angoli cottura posizionati in corridoi, disimpegni, ingressi e similari.
ATTREZZATURA CUCINA
Lavello
Lavastoviglie ( solo per alcune categorie )
Piano Cottura
Forno a microonde
Frigorifero
CORRIDOI / DISIMPEGNI / RIPOSTIGLI
Altezza minima locale 2,40 ml
RECEPTION solo per gli affittacamere o Guest House
Il servizio ricevimento ospiti ed assistenza è obbligatorio 8 ore al giorno per la 3^ categoria, 12 ore al giorno in 2^ categorie e 18 ore al giorno in prima categoria.
La reception può essere rappresentata da una scrivania posizionata all’ingresso o interna al vano comune.
ALTRI REQUISITI RICHIESTI
Punto telefonico comune, fisso o mobile solo per chiamate di emergenza.
Cassetta di primo soccorso
Estintore
Segnaletica percorso antincendio ( nel rispetto della normativa vigente in materia ).
Documentazione informativa turistica ( in inglese oltre che in italiano ).
Targa estena obbligatoria.
Prima colazione ( obbligatoria solo nei Bed and Breakfast ).
Orario di servizio ( reperibilità ) 24 h.
13/04/2018, 17:14

dolor sit amet



DA-SAPERE-PER-INIZIARE


 In questa semplice guida cercherò di illustrarvi le cose principali da sapere se pensate di intraprendere un’attività di bed and breakfast. Innanzittuto ci sono...



In questa semplice guida cercherò di illustrarvi le cose principali da sapere se pensate di intraprendere un’attività di bed and breakfast.

Innanzittuto ci sono degli aspetti per cui il b&b si differenzia dall’affittacamere, dalla casa vacanze ecc ecc... di queste altre tipologie ne parleremo in altri articoli.
Il b&b è una struttura ricettiva extralberghiera in cui si offre un servizio di pernottamento e di prima colazione in un numero limitato di camere all’ interno dell’abitazione del proprietario.
Questo non vuol dire che non potrete svolgerla in un appartamento in affitto, ma che all’interno dello stesso dovrete avere la residenza.

Il contratto di affitto dovrà essere un normalissimo 4+4 che non potrà però usufruire della cedolare secca, Ne deriva, che il proprietario dell’immobile per questo reddito potrà applicare solo il regime Irpef, con la deduzione del 5%.Il contratto dovrà inoltre riportare una voce che mette a conoscenza il proprietario dell’immobile dell’uso che avete intenzione di farne.
L’attività dunque è svolta all’interno di una civile abitazione dai membri del nucleo familiare,in maniera saltuaria,rispettando dei periodi di chiusura che variano da regione a regione ma che non sono mai consecutivi. Per questo motivo non necessita di partita iva, nè di iscrizione alla camera di commercio, ma di una semplice SCIA da presentare al proprio comune di appartenenza presso lo sportello SUAP (sportello per la semplificazione amministrativa) che avrà 60 giorni di tempo per verificare che il tutto sia in regola o per bloccare l’attività già funzionante.
Alla SCIA devono essere allegati i documenti necessari per il completamento della pratica (esempio: planimetria dell’abitazione, contratto di proprietà o di affitto, polizza assicurazione responsabilità civile a favore dei clienti, ecc.)
Tuttavia gran parte della legislazione in merito è stata demandata alle regioni. Per questo motivo all’interno della nostra sezione download potrete trovare i regolamenti per ogni singola regione e potrete notare lievi varazioni tra le diverse zone d’Italia.

L’attività di Bed and Breakfast è poco rischiosa ed è molto adatta a una gestione familiare. Ma attenzione, ci sono dei requisiti da rispettare!
Gli immobili utilizzati per il B&B devono essere in regola con i requisiti urbanistico-edilizi, igienico-sanitari e di sicurezza prescritti per le abitazioni. Può avere da 3 a 6 camere per un massimo di 6/20 posti letto (a seconda della legge regionale di riferimento), adeguatamente arredate. È prevista una superficie minima in rapporto ai posti letto (14 mq per la camera doppia, 8 mq per la singola). Gli ospiti devono poter accedere alla propria stanza senza attraversare altre camere da letto o servizi destinati alla famiglia o ad altri ospiti.
bagni devono offrire i comfort minimi (vasca da bagno, doccia, specchio, presa di corrente, lavabo, ecc.) e almeno uno dei bagni presenti in casa deve essere ad uso esclusivo degli ospiti, se si supera un certo numero di camere o di posti letto.
La pulizia dei locali deve essere quotidiana, mentre il cambio della biancheria può avvenire con cadenza diversa e sempre ad ogni cambio di ospite.
Il titolare deve avere la residenza presso il B&B, ma alcune Regioni consentono ai gestori di risiedere anche in immobili vicini alla struttura. In ogni caso il gestore deve essere sempre reperibile per gli ospiti.

Un altro dubbio che hanno più o meno tutti quelli che vogliono iniziare è legato al condominio.
È possibile aprire un B&B all’interno di un condominio senza obbligo di richiedere l’autorizzazione all’assemblea condominiale. È necessario però verificare che il regolamento condominiale non contenga divieti di svolgere un’attività di B&B o un’attività ad essa riconducibile (pensione, affittacamere).


1

twitter
gplus
pinterest

info@bbeasy.it

bbeasy18@gmail.com

tel +39 393.55.46.785

visitatori

Web agency - Creazione siti web Catania